Abruzzo: ultima chiamata

Ieri si discuteva in commissione un decreto legge contenente numerose questioni, tra cui gli intoccabili fondi dell’EXPO, alcune emergenze ambientali sparse per l’Italia e la ricostruzione post-sisma in Emilia e a L’Aquila. Abbiamo presentato quindi alcuni emendamenti per fermare in generale le trivellazioni in mare (quelle sbloccate dal governo Monti e dal tandem PD/PDL), tra le quali ombrina, alcuni emendamenti per chiedere che le assunzioni nei comuni del cratere avvengano secondo criteri di trasparenza e merito (quindi dalle graduatorie del concorsone e non in maniera clientelare dietro alla solita scusa dell’emergenza), nonché un emendamento  per vietare la realizzazione di oleodotti e gasdotti di diametro uguale e/o superiore a 800 millimetri e lunghezza superiore a 40 km in zone classificate come area sismica (vicenda Snam Sulmona).

 

L’atteggiamento dei partiti in commissione è stato vergognoso! I nostri emendamenti per fermare Ombrina e le trivellazioni in mare non sono stati accettati: evidentemente per il presidente Realacci (PD-L, ex Legambiente…) e per tutto il PD, Ombrina non è una emergenza…  Anche gli altri emendamenti sono stati barbaramente respinti dalla maggioranza (PD-PDL-Scelta civica) senza neanche entrare nel merito ma solo per partito preso.

 

Noi non ci arrendiamo! Ripresenteremo gli emendamenti direttamente alla Camera nella discussione di questa settimana: sarà l’ultima possibilità per il PD e per tutti gli altri partiti per dimostrare che quanto sbandierato in campagna elettorale non è la solita promessa da politicanti…

 

Ci auguriamo che domani sia un nuovo giorno per l’Abruzzo e che i politici non debbano inventarsi l’ennesima scusa per giustificare l’ulteriore promessa disattesa!

 

Abbiamo bisogno però dell’aiuto dei cittadini! Chiedete anche voi ai parlamentari abruzzesi di fare qualcosa per la loro regione e di appoggiare gli emendamenti che ripresenteremo alla Camera. Chiedetelo su facebook, twitter, via mail e fate capire cosa vogliono i cittadini!

 

 

Gentile deputato,

questa settimana è in discussione alla Camera un decreto legge Expo/emergenze ambientali/ricostruzione. E’ l’occasione giusta per approvare provvedimenti di tutela della nostra Regione, attraverso il blocco delle trivellazioni in mare, il divieto di costruzione di oleodotti e gasdotti in zone sismiche e la valorizzazione del merito e della trasparenza nelle assunzioni pubbliche nel cratere aquilano. Lo sviluppo della nostra Regione non può prescindere dalla difesa del patrimonio ambientale e del territorio! Le chiediamo quindi di farsi portavoce nel proprio gruppo parlamentare delle istanze per l’Abruzzo votando positivamente gli emendamenti e le proposte che vanno in questa direzione.

Un cittadino

 

 

Questi sono gli indirizzi email dei vostri parlamentari:

 

castricone_a@camera.it
dincecco_v@camera.it
gutgeld_i@camera.it
legnini_g@camera.it
melilla_g@camera.it
sottanelli_g@camera.it
amato_maria@camera.it
distefano_fabrizio@camera.it
ginoble_t@camera.it
gutgeld_i@camera.it
piccone_f@camera.it
sottanelli_g@camera.it
tancredi_p@camera.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *