Ombrina e il gioco delle tre carte

http://informarexresistere.fr/wp-content/uploads/2011/11/gioco.jpg

In passato avere un politico nel Governo rappresentava un vantaggio per il territorio, adesso sembra rappresentare un pericolo: pare che il Governo voglia chiedere l’AIA alla Medoilgas per Ombrina. Il Governo non può non sapere che così facendo si può esporre fortemente ai ricorsi della Medoilgas spianando la strada all’installazione di Ombrina 2, anche perché lo stesso Ministero nella procedura di VIA ha dichiarato che l’AIA non era necessaria; allora perché vuole ricorrere a questa trovata? Semplice, sta prendendo tempo in attesa delle elezioni regionali abruzzesi con le solite promesse; ad elezioni avvenute Ombrina si farà.  Nulla di nuovo, questo è il Governo del differimento, della maggioranza parlamentare che rimanda ogni decisione per prendere tempo in attesa di un miracolo. Eravamo rimasti all’impegno di Legnini  che dichiarava essere intenzionato ad avviare l’iter di approvazione della legge che abolisce l’art. 35 dello spending review; come mai adesso questa novità? Non crediamo più alle favole, siamo sicuri che coscientemente Pd-Pdl hanno votato il provvedimento del Governo Monti che ha permesso ad Ombrina (ed a tutte le coltivazioni di petrolio in mare)di riattivarsi, che non vogliono assolutamente bloccarla. Noi, Movimento 5 Stelle e abruzzesi, chiediamo che venga abolito il provvedimento che sblocca Ombrina, che il Governo lo inserisca nel Decreto del Fare o nel prossimo decreto che arriverà in Parlamento e dimostri realmente che è dalla parte del cittadino e non delle multinazionali del petrolio. Basta con le solite promesse, passiamo ai fatti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *