Chi c’è dietro D’Alfonso? Toto, o forse i Templari?

DALfonso templariLa notizia rilanciata oggi da Il Fatto, e per la quale abbiamo già presentato un’interrogazione parlamentare alla Camera, non fa altro che aggiungere un’ulteriore oscura ombra sul personaggio D’Alfonso. Anche perché da mesi ormai il candidato imputato e indagato, prescritto per finanziamento illecito ai partiti, ha iniziato una campagna elettorale molto dispendiosa fatta di manifesti piccoli e giganti, incontri pubblici, tir, eventi ecc… una campagna elettorale che sta costando centinaia di migliaia di euro. La domanda, direbbe qualcuno, nasce spontanea: chi paga tutto questo? Il PD o qualche altro partito che l’appoggia? L’amico facoltoso Toto, quello che gli ha pagato per anni viaggi, vacanze e voli aerei? O magari qualche altro amico imprenditore sempre molto facoltoso? Forse i templari? O D’Alfonso crede di poter giustificare tutte queste spese sempre con la pensione della zia?

Chi c’è dietro D’Alfonso? Chi gli sta mettendo a disposizione tutta questa quantità di denaro e di risorse? E perché?

Sono queste le domande alle quali il candidato imputato dovrebbe cominciare a rispondere, e magari chiedersi come mai il suo nome, proprio il suo, sia finito nell’elenco dei presunti appartenenti a una loggia di templari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *