LO SCANDALO AL SOLE D’AGOSTO, I SENATORI PD SI ASTENGONO SULL’INCOMPATIBILITA’ DI D’ALFONSO M5S “PROVANO AD ALLUNGARE LA DOPPIA VITA POLITICA DELL’INCOMPATIBILE CON MEZZI SQUALIFICANTI CHE CALPESTANO LA COSTITUZIONE”

“Potrebbe essere definito uno scandalo al sole d’agosto la vergognosa scelta dei Senatori PD di astenersi in merito all’incompatibilità, costituzionalmente sancita, dei due ruoli che oggi svolge contemporaneamente Luciano D’Alfonso. Presidente di Regione Abruzzo e Senatore, calpestando la Costituzione, i regolamenti e ogni forma di buon senso. Nonostante questa palese violazione i deputati PD, nella votazione tenutasi nel corso della Giunta per le elezioni del Senato, si sono astenuti non consentendo al provvedimento di essere licenziato all’unanimità e quindi impedendo di portare immediatamente in aula la votazione. Il Senatore incompatibile ha solo 3 giorni per scegliere cosa fare, ma 3 giorni a ridosso di un week end e della pausa estiva dei lavori dell’aula, possono essere tantissimi. Ed è su questa relatività temporale che i deputati PD hanno provato vergognosamente a mettere sotto scacco la costituzione allungando la doppia vita politica di D’Alfonso.  Ci auguriamo che questo squalificante tentativo di allungare l’agonia dell’Abruzzo venga  fermato riuscendo a portare in aula il provvedimento all’inizio della prossima settimana, ovvero prima della pausa estiva.” Così affermano il Sottosegretario Gianluca Vacca ed il Senatore Primo Di Nicola. Ma l’indignazione nel M5S è diffusa. Infatti aggiungono tutti i parlamentari abruzzesi che “ Quello dei Senatori PD è un atteggiamento vergognoso, ancor più grave perché commesso da chi dovrebbe difendere la Costituzione. L’appartenenza ai partiti non può prevalere sul bene di un’intera regione che ormai da mesi è ferma aspettando i “comodi” di un solo uomo”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *