PASSA IL MILLE PROROGHE ALLA CAMERA, LA SODDISFAZIONE DEI DEPUTATI M5S ABRUZZESI PER IL TESTO APPROVATO OGGI

Il Decreto Mille proroghe, approvato oggi alla Camera, arriverà all’approvazione del Senato con importanti provvedimenti per l’Abruzzo anche grazie al lavoro dei deputati abruzzesi del M5S: interventi relativi alla rete ospedaliera, alla geografia giudiziaria, ai fondi e alle azioni per le zone colpite dal sisma e da altre calamità naturali.
“Abbiamo lavorato duramente tenendo a mente quali sono le esigenze della nostra regione –  affermano i deputati M5S – siamo soddisfatti dell’approvazione del Decreto, che affronta con decisione problemi che l’Abruzzo si trascina da tempo, come il depotenziamento di alcuni ospedali o il rischio di chiusura per  importanti presidi di giustizia nelle nostre città”.
Particolare soddisfazione è espressa dal Deputato, già Sottosegretario al Mibact, Gianluca Vacca, in merito al mantenimento delle contabilità speciali dei segretariati regionali MIBACT nelle zone del sisma. “Abbiamo prorogato per un anno il mantenimento delle Contabilità speciali per i segretariati regionali di Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria, al fine di completare interventi di messa in sicurezza del patrimonio culturale pubblico. Un passaggio sì tecnico, ma che rappresenta un aspetto importante poiché in sua assenza si sarebbe bloccata di fatto tutta la fase relativa alla ricostruzione di competenza del Mibact. Un risultato a cui tengo particolarmente – sottolinea – poiché ho iniziato a lavorarci in prima persona nella mia esperienza come Sottosegretario al Ministero dei Beni culturali” afferma Vacca.  Sempre in ambito culturale è stato prorogato il Comitato promotore delle celebrazioni ovidiane.
Particolarmente sentiti anche gli emendamenti che hanno prorogato al 2022 il termine per l’attuazione delle modifiche previste dalla riforma della geografia giudiziaria. Questo permetterà di avere più tempo per il salvataggio dei tribunali di Avezzano, Sulmona, Lanciano e Vasto.
Tante le novità per le zone del sisma: è stato prorogato a giugno 2020 il termine per la comunicazione dell’ammontare dei danni subiti nel terremoto 2009. Approvata, anche per i comuni colpiti dal sisma del 2016, l’estensione della riduzione dell’aliquota, dal 15 al 10 %, della cedolare secca per i contratti di locazione di immobili ad uso abitativo.
Anche per gli edifici ad uso scolastico e universitario importanti novità: è stato rimandato alla fine del 2021, il termine per gli interventi di riparazione e costruzione, che possono essere attuati, entro i limiti della soglia di rilevanza europea, applicando per l’affidamento dei lavori, servizi e forniture le procedure negoziate senza previa pubblicazione del bando di gara. Sul fronte istruzione e ricerca è da sottolineare, inoltre, l’incremento di 4 milioni dal 2020 per le risorse destinate alla Scuola di dottorato internazionale Gran Sasso Scienze Istitute (GSSI).
Infine, l’importante risultato sulla proroga per l’esclusione dall’applicazione del Decreto Lorenzin di alcuni comuni colpiti dal Sisma. Un intervento importante di cui potranno beneficiare ospedali come quelli di Penne e Popoli” conclude.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *